Periodo total black dei Marilyn Manson

  •   "PAURA PER MARILYN MANSON...CROLLO DELLA SCENOGRAFIA" 
Il 30 settembre a New York Marilyn Manson, mentre si esibiva sul palco del Manhattan Center, cantando una cover degli Eurytmics "Sweet Dreams", è stato vittima del crollo di una parte della scenografia che l'avrebbe travolto procurandogli la rottura della gamba in due punti. L'artista è rimasto bloccato per alcuni minuti intanto che lo staff faceva il possibile per liberarlo. Manson ha poi dichiarato: "Solo di recente sono riuscito a trovare il coraggio di guardare il video del mio incidente. E' stato terrificante, le travi non erano messe in sicurezza. Non stavo cercando di arrampicarmi, stava cadendo, ho provato a schivarla ma non ho fatto in tempo". Da allora Manson è in convalescenza a casa. Le date del tour sono state tutte posticipate.



Ma per il Provocatore più famoso d'America, dopo l'incidente di fine settembre, il mese di ottobre continua ad essergli  avverso.

  • "SAY10" 
All'uscita del suo nuovo album  "Heaven upside down", che racconta in modo controverso la decadenza della società americana, tornando alle origini con l' industrial-metal che lo ha reso famoso in tutto il mondo, il singolo "SAY10" genera, come la maggior parte dei sui testi, scalpore e addirittura raccolta di firme per censurarlo.
 Il testo è ricco di giochi di parole già a partire dal titolo, infatti quel "say10" richiama la pronuncia inglese "satan". Nel video c'è tutto quello cantato nel testo, come bibbie volanti, donne seminude, masturbazione, scene truci e sangue, ma con una sorpresa: Johnny Depp.
 Il produttore del video ha rappresentato Caino e Abele, interpretati da Johnny e da Manson, che ribattono a turno i versi della canzone, interpretando "Dio" (Johnny Depp) e "Satana" (Marilyn Manson).    
   


  • "R.I.P. DAISY BERKOWITZ"                                       
Il 22 ottobre si è spento a 49 anni l'ex chitarrista e anche co-fondatore del gruppo Daisy Berkowitz, all'anagrafe Scoot Putesky, a causa di un tumore al colon che combatteva dal 2013. In un'intervista a Noisey  nel 2014 disse che il cancro "era diventato un enorme fastidio" che aveva creato disagio non tanto nel lavoro che svolgeva, ma nella quantità di lavoro giornaliero che doveva eseguire. Scoot è stato il primo chitarrista del gruppo dei Marilyn Manson che contribuì alla nascita di due album di successo: "Portrait of an American family" e "Smells like children". Abbandonò la band nel 1997 a causa di alcune divergenze artistiche con Manson. In seguito nel 1998 si unì alla band  Jack Off Jill

(immagine caricata dal profilo Instagram ufficiale di Marilyn Manson)

Marilyn Manson lo ricorda dicendo: "Scoot e io abbiamo fatto grande musica insieme. Abbiamo avuto le nostre difficoltà durante gli anni, ma ricorderò sempre più i momenti belli. Tutti dovrebbero ascoltare "Man that you fear", in suo onore. Era la nostra preferita".  





  • "LICENZIATO IL BASSISTA TWIGGY RAMIREZ"   
Il 25 ottobre il bassista Geordie White, in arte Twiggy Ramirez, è stato accusato di stupro, violenze sessuali e psicologiche dalla sua ex compagna Jessicka Addams, voce del gruppo Jack Off Jill. Marilyn Manson ha preso le distanze dal compagno di band dicendo: " Ho deciso di prendere le distanze  da White come membro dei Marilyn Manson. Sarà sostituito per le date prossime del tour. Gli auguro il meglio".  Il 20 ottobre Jessicka, in occasione dell'iniziativa #metoo contro le molestie fisiche e psichiche sulle donne, ha raccontato le violenze subite con un post su facebook, "Ho vissuto con la vergogna e il senso di colpa per essere stata stuprata per ben oltre venti anni. Come molte sopravvissute, ho nascosto una relazione violenta" , descrivendo dettagliatamente alcuni episodi delle aggressioni. Per questo la cantante invita le ragazze a reagire e a non commettere l'errore di sentirsi colpevoli. Marilyn dichiara di non essere a conoscenza di questa storia aggiungendo che sapeva che avevano avuto una relazione problematica anni fa ma, certamente, non si aspettava un problema così serio. Ramirez replica affermando: "Solo di recente ho saputo di queste accuse contro di me vecchie di venti anni. Non approvo il rapporto sessuale non consensuale di qualsiasi genere. Mi prenderò del tempo per stare con la mia famiglia e concentrarmi sul mantenere la mia sobrietà, che va avanti da tanti anni. Se ho causato dolore a chiunque, mi scuso e me ne pento".



In attesa che questo "total black" dei Marilyn Manson trascorra, è proprio il caso di ricordare una delle sue più famose citazioni: "Le cose devono arrivare a un punto di estremismo per poter rinascere, così che possiamo di nuovo apprezzare le piccole cose della vita: la droga, il sesso e il rock'n'roll". 

Sara La Torre




                                                                







Commenti

Post popolari in questo blog

Il "Doppio Sogno" di Elisa Sighicelli

La febbre del sabato sera

Il femminicidio